Hotel Ristorante Carnia

Cjalsons friuli venezia giulia Primo

La Carnia è il distretto che occupa la parte alta del Friuli: sette valli alpine convergenti verso Tolmezzo, che ne è il capoluogo storico; 40mila abitanti e un’economia che riesce a restare ancora fedele alla tradizione rurale. In tavola troverete una rassegna di sapori di montagna, che si distingue per gli accenti che le derivano dai contatti con le comunità tirolesi e carinziane. Come specialità, i cjalsons, una pasta a mezzaluna che nel ripieno offre alle massaie e ai cuochi una bella opportunità per seguire le stagioni. In origine era un piatto di magro, a base di ricotta o patate, preparato innanzitutto per la vigilia di Natale, ma poi è entrato nell’uso comune, quale ricetta festiva, anche in altre formulazioni. Condimento di prammatica, burro e ricotta affumicata.

Ingredienti per 4 persone
 

Per il ripieno:

  • 500 g di ricotta affumicata di malga
  • 100 g di spinaci
  • 2 uova
  • 50 g di pinoli
  • 50 g di uvetta
  • 1⁄2 cipolla
  • 300 g di burro
  • formaggio grattugiato
  • 1 cucchiaio di farina di mais
  • prezzemolo
  • menta
  • noce moscata
  • cannella in polvere
  • pepe nero


Per la pasta:

  • 700 g di farina bianca 00
  • 500 g di patate
  • 3 uova
  • sale q.b.

Preparazione

Grattugiate la ricotta, aggiungete i pinoli, l’uvetta, le uova intere, il formaggio, la noce moscata, la cannella, sale e pepe. A parte preparate il cosiddetto ‘ont’, sciogliendo il burro con una cucchiaiata di farina gialla mantenendolo sul fuoco fino a quando prende color nocciola. Usatelo per rosolare la cipolla, poi aggiungete gli spinaci, il prezzemolo, la menta e un po’ di sale. Quando le verdure saranno raffreddate, tritatele e aggiungetele al ripieno mescolando il tutto.

Cuocete le patate in acqua bollente salata, scolatele e passatele al setaccio. Una volta raffreddate, aggiungete le uova e la farina amalgamando il tutto. Lasciate riposare per 10 minuti e stendete la pasta a spessore di circa 5 millimetri, ricavando dei dischi del diametro di 12 centimetri; versate una cucchiata di ripieno su una metà e ripiegate l’altra formando delle mezzelune pigiando bene i bordi a cordoncino. Cuocete i cjalzons in acqua bollente salata per cinque minuti, scolateli delicatamente e distribuiteli in una terrina. Spolverateli con il formaggio grattugiato, cannella e pangrattato. Versate l’‘ont’ molto caldo e portate subito in tavola.

Vino consigliato: Tocai Friulano dei Colli Orientali del Friuli Doc

Ristorante

Hotel Ristorante Carnia
di Livio Treppo

Hotel Ristorante Carnia
A 5 km dal borgo medievale di Venzone, si trova l’Hotel Ristorante Carnia. Alla famiglia Treppo sta molto a cuore l’atmosfera della tavola, la qualità costante nell’accoglienza e il servizio curato in un ambiente rilassante ed informale. La cucina del ristorante è basata sulla tradizione ma la carta offre, oltre a ricette che provengono dal nostro territorio, anche una scelta curata...

Vai al ristorante