Ristorante Camino

Arancini di Taroz Primo 4 Stagioni lombardia

Un goloso piatto che valorizza i prodotti della montagna valtellinese e li interpreta in modo contemporaneo. Tipico e popolarissimo piatto di origine contadina, i Taròz venivano preparati mescolando alle patate le verdure dell’orto e insaporendo il tutto con un po’ di formaggio. Ancor oggi le verdure ne sono alla base, e il gustoso e deciso sapore è dato dal Valtellina Casera DOP, pregiato formaggio locale. Nell’interpretazione del ristorante Camino, i Taroz diventano appetitosi arancini.

Ingredienti per 4 persone

• 250 g patate lesse e sbucciate
• 100 g fagiolini cotti
• 50 g bacon
• 200 g formaggio Latteria Livigno o Valtellina Casera DOP (o altro formaggio Latteria semigrasso)
• 50 g burro di panna
• 1 spicchio di aglio
• 3 foglie di salvia
• ¼ cipolla a fette
• q.b. farina bianca
• q.b. pan grattato
• q.b. uovo sbattuto

Per guarnizione:
• 100 g insalatina mista di stagione
• 100 g Violino di capra (o un altro buon salume valtellinese a scelta)
• 100 g lamponi, mirtilli o ribes o altri frutti di bosco a piacere
 

Preparazione

Cuocere le patate, lasciarle raffreddare, sbucciarle e grattugiarle con la grattugia grossa. Cuocere i fagiolini, farli raffreddare velocemente in acqua e ghiaccio (per mantenerle il colore) e tagliarli a piccole losanghe. Tagliare il bacon a julienne fine e spadellarlo per pochissimi istanti a fuoco vivace. Grattugiare il formaggio. Mescolare assieme tutti questi ingredienti in un contenitore capiente, sferzare con il burro “nocciola” aromatizzato con le foglie di salvia, l’aglio in camicia e la cipolla a fette sottili. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, formare delle piccole palline, impanarle passandole prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pane grattugiato. Friggere le palline così ottenute in abbondante olio di semi di mais e scolarle su carta assorbente.
Servirle su un letto di insalatine di stagione, accompagnate con qualche fettina di Violino di capra (o di un altro buon salume valtellinese a scelta) e con frutti di bosco a piacere, come lamponi, mirtilli o ribes.
 

Ristorante

Ristorante Camino
di Luca Galli

Ristorante Camino
Il Ristorante Camino, alle porte di Livigno in zona Forcola, tra il verde dei prati e la quiete dei boschi (e d’inverno immerso in una candida coltre di neve), offre un’atmosfera di calorosa accoglienza d’altri tempi. Nella sala principale, avvolti dal caloroso profumo del legno di larice che riveste interamente le pareti, ci si lascia coinvolgere dai sapori della tradizione culinaria...

Vai al ristorante