Ristorante Parco Gambrinus

Risotto ai Gamberi di Fiume e Prosecco d.o.c.g. veneto Primo Estate

E’ uno dei piatti della tradizione culinaria di Parco Gambrinus di San Polo di Piave.La ricetta creata da Adriano Zanotto nel 1976 é stata presentata per la prima volta a New York nel 1981 al Festival della Cucina Italiana e da allora è uno dei piatti sempre presenti nel menu del ristorante fuori carta.


Ricetta del Ristorante

Ristorante Parco Gambrinus La Locanda 1847
Loc. Gambrinus, 18
San Polo di Piave (Treviso)
Tel 0422 855043
gambrinus@gambrinus.it
www.gambrinus.it


Chef : Adriano & Pierchristian Zanotto
 

Ingredienti per 6 persone

• 1000 g gamberi d’acqua dolce
• 1000 g fumetto di gamberi (o di pesce in alternativa)
• 1000 g vino Prosecco Docg
• 50 g scalogno
• 360 g riso Carnaroli
• 30 g brandy
• 20 g burro

Altri:
• Olio extra vergine di oliva
• Prezzemolo
• Sale, pepe
 

Preparazione

In una casseruola soffriggere lo scalogno tritato con l’olio, unire i gamberi vivi, insaporire con sale e pepe, arrostirli per un attimo quindi deglassare con il brandy e mettere da parte. Ricavare quindi le code dei gamberi, la polpa delle chele più grosse ed il corallo presente nella testa, quindi utilizzare tutto il carapace per preparare un classico fumetto di gamberi. Una volta passato all’etamina, tenendone da parte sei per la guarnizione.
Nella casseruola dove sono stati cotti i gamberi, tostare il riso, quindi sfumare con il Prosecco ed iniziare la cottura del risotto che proseguirà con lo stesso vino.
A 5 minuti dal termine cottura, unite la polpa dei gamberi, il prezzemolo tritato finemente e aggiustare di sapore.
Togliete dal fuoco e mantecate con il burro. Decorare con i gamberi che avete tenuto da parte.

Abbinamento
Suggeriamo di abbinare il piatto con Muller Turgau San Michele Appiano.
 

Ristorante

Ristorante Parco Gambrinus
di Adriano Zanotto

Ristorante Parco Gambrinus
Il Gambrinus è uno dei Locali Storici del Veneto: oltre 150 anni di attività sotto questa insegna, senza contare i precedenti come locanda, che ancora esiste, e ostello del Medioevo. Il luogo è unico, una Residenza d'Epoca, sullo sfondo di un parco con una risorgiva che ospita gamberi, anguille, storioni. L'attuale patron, Adriano Zanotto, è riconosciuto come uno dei rinnovatori della Cucina,...

Vai al ristorante