Trattoria Da Toni

Minestra di brovada, musetto e crema di patate Ricette dell'Unità friuli venezia giulia

Queste sono le terre del Tagliamento sullo sfondo delle quali sono state ambientate «Le confessione di un italiano», romanzo risorgimentale per eccellenza. Ippolito Nievo lo scrisse nel 1857 nel castello di famiglia, a Colloredo, in una delle rare pause della sua vicenda patriottica, che spazia dai moti del Quarantotto alla spedizione dei Mille. L’incipit è illuminante: “Io nacqui veneziano il 18 ottobre 1775, giorno dell’Evangelista Luca; e morrò per la grazia di Dio italiano quando lo vorrà quella Provvidenza che governa misteriosamente il mondo”. Il narratore è l’ottuagenario Carlino Altoviti, alter ego dello scrittore, che racconta la propria vita trascorsa nell’ideale della libertà, da suddito della Serenissima a cittadino di un’Italia che cominciava a prendere forma unitaria.
A memoria di quei tempi, ecco una ricetta tanto friulana da richiedere qualche spiegazione in fatto di ingredienti: la ‘brovada’ è composta da rape fermentate sotto vinaccia e grattugiate al momento del consumo; il musetto è un cotechino confezionato per lo più con spolpo di testa; le patate di Godia sono una rinomata produzione del territorio di Udine; il rafano è un ortaggio dalla radice dal sapore molto piccante.  

Ingredienti per 4 persone

2 dl di brodo di carne | 200 g di brovada
1 musetto | 250 g di patate di Godia
50 g di porro
1 dl di olio extravergine d’oliva
50 g di burro | 1 spicchio d’aglio
rafano | pepe | sale

Preparazione

Ciò premesso, si prepari innanzi tutto la crema di patate: sbucciare e tritare il porro rosolandolo in un velo d’olio, aggiungere le patate a cubetti e bagnare con buon brodo; a cottura, frullare il tutto, aggiustare di sale e pepe e mantecare con una noce di burro. Quanto al musetto, cuocerlo intero per circa tre quarti d’ora e poi sgranarlo. Poi, la brovada: passarla in una padella sul fondo della quale un trito d’aglio sia stato rosolato nell’olio; lasciare sul fuoco per una mezz’ora, regolando di sale e pepe; aggiungere il musetto e cuocere per altri venti minuti. Al momento di andare in tavola, versare nelle fondine il composto di brovada e musetto, e coprirlo con la crema di patate; come guarnizione, un giro d’olio e una leggerissima grattugiata di rafano.

Vino consigliato: Pinot Grigio dei Colli Orientali del Friuli Doc

Ristorante

Trattoria Da Toni
di Aldo Morassutti

Trattoria Da Toni
Gradiscutta è un piccolo paese immerso nel verde della campagna friulana. Dal 1928 l’osteria mantiene la vecchia rotta, l’ambiente si ingrandisce: all’esterno un prato verde smeraldo, al centro di uno dei due saloni il “fogolar” dove si cucina alla brace e dove si accolgono gli ospiti con il garbo e lo stampo tipico dei friulani. Con la bella stagione si mangia sotto...

Vai al ristorante