Search results for in category friuli venezia giulia

  • I Primi Piattifriuli venezia giulia

    ‘Mignestre misturade’

    L’orzo è un cereale ben radicato nella cucina delle regioni che accompagnano l’arco alpino: la sua coltura trova spazio nella fascia intermedia tra il mais e la segale: il primo, da polenta, e l’altro da pane nero, con l’orzo a fare le veci del riso nella preparazione delle minestre, spesso in abbinamento con i fagioli e le patate, ortaggi tipici del medesimo ambito climatico.

    more
  • Secondo di CarneAutunnofriuli venezia giulia

    Fegato d’anatra con le pesche percoche

    more
  • Ricette dell'Unitàfriuli venezia giulia

    Flan di rape con crema di pomodoro e spuma di piselli

    L’Isonzo nasce in Slovenia dalla più alta vetta delle Alpi Giulie, il monte Triglav, – Tricorno, per noi italiani, – che di quel paese è il simbolo, stilizzato anche sulla bandiera nazionale; poi varca il confine vicino a Gorizia e scende verso il golfo di Trieste seguendo il bordo occidentale dell’altopiano del Carso.

    more
  • friuli venezia giuliaDolceAutunno

    Gibanica e marmellata di uva fragola

    more
  • friuli venezia giuliaSecondo di Pesce

    La Rosea trota affumicata ai sapori delle rive del “Varmo”

    Ricetta della Trattoria Da Toni

    more
  • Secondo di Carnefriuli venezia giulia

    Lombetto di coniglio al bacon, carotine e scalogno ripieno

    Non è fra i primati nazionali più noti, ma quasi metà dei conigli allevati in Europa è di origine italiana, con particolare merito del Nord-Est. Questa realtà trae origine da un’ubiquitaria pratica domestica, quando ogni fattoria aveva la sua conigliera e i roditori venivano alimentati a erba e fieno, ma anche con la frutta e gli ortaggi che non trovavano migliore utilizzo. Per molti di noi il coniglio è stato una costante dei pranzi domenicali della gioventù, specie nei paesi di campagna, anche se ovviamente non ci si limitava a consumare il suo taglio più nobile, la sella.

    more
  • Ricette dell'Unitàfriuli venezia giulia

    Minestra di brovada, musetto e crema di patate

    Queste sono le terre del Tagliamento sullo sfondo delle quali sono state ambientate «Le confessione di un italiano», romanzo risorgimentale per eccellenza. Ippolito Nievo lo scrisse nel 1857 nel castello di famiglia, a Colloredo, in una delle rare pause della sua vicenda patriottica, che spazia dai moti del Quarantotto alla spedizione dei Mille.

    more
  • Primofriuli venezia giulia

    Mlinci con la supeta

    Il Carso è l’altopiano calcareo che si stende a 300 metri di quota segnando il margine orientale della Venezia Giulia, al confine con la Slovenia. Il paesaggio è brullo e tormentato, molto suggestivo. Per i triestini il Carso rappresenta la prima meta per una scampagnata, a motivo anche del buon numero di gostilne (trattorie) e osmizze (osterie, da “osem”, otto in sloveno, numero di giorni durante i quali, fin dai tempi di Maria Teresa d’Austria, i contadini potevano vendere vino e quant’altro). I sapori sono di frontiera, con piatti che nascono dal compromesso fra cultura mitteleuropea e ambiente mediterraneo.

    more
  • Ricette dell'Unitàfriuli venezia giulia

    Musetto con la ‘brovada’

    A rappresentare Udine nel palinsesto del Risorgimento può essere chiamato Giovanni Battista Celle, un giovane destinato all’attività forense se non fosse stato per l’insopprimibile richiamo degli ideali libertari, fedelissimo di Garibaldi, dalla Spedizione dei Mille fino alla Terza Guerra di Indipendenza.

    more
  • I Primi Piattifriuli venezia giulia

    Risotto ai porcini, ossocollo e rucola

    Il risotto con i funghi, un classico che non conosce confini, viene qui proposto in una cornice che evidenzia la sensibilità dello chef in fatto di materie prime.

    more