Sicilia

In un quadro famoso Salvatore Guttuso ha rappresentato la Vucciria, il grande mercato di Palermo, dove voci, immagini e sapori attanagliano il passante. Qui, per strada, può partire la scoperta della cucina siciliana: con le arancine di riso e quelle morbide focacce, gli ‘sfinciuni’, guarniti con pomodoro, olive, acciughe e capperi.... Come punto d’arrivo, la cucina dei più elaborati timballi, così sensualmente evocata da Tomasi di Lampedusa nei banchetti del Gattopardo, ancor oggi affidata a mani femminili di straordinaria abnegazione.

Trova Sicilia

  • Ristorante Hotel La Tartaruga

    Il Capo d’Orlando è un risalto roccioso che rende pittoresca la costa tirrenica del Messinese. Nella baia di San Gregorio, orlata da una spiaggia bellissima, verdeggiante di giardini d’agrumi, si trova questo albergo molto apprezzato per la cucina di pesce del suo ristorante. Piatti di mare, ma con una particolarità: l’immancabile tocco di un sapore di terra. Sono i prodotti dei Monti Nebrodi, “isola, nell’isola”, come sono stati definiti per la sorpresa dei loro verdissimi paesaggi.

    continua
  • Ristorante La Siciliana

    Nella zona alta della città, una villa dell’Ottocento si propone come gradevole ambiente per gustare i piatti della tradizione isolana. Tra questi non mancano note specialità catanesi: come i rigatoni di pasta fresca alla Norma, con pomodoro, melanzane e pecorino, dedicati al musicista Bellini, oppure ‘u ripiddu nivicatu’, nel quale l’Etna viene riprodotto come un cono di risotto al nero di seppia, con la cima guarnita da ricotta come fosse neve e salsa piccante di pomodoro a mo’ di lava incandescente.

    continua
  • Ristorante Hotel Moderno

    Erice è un borgo medievale con oltre tremila anni di storia, dagli Elimi che lo fondarono ai Normanni che l’hanno fortificato, e una vista indimenticabile, dall’alto di una rupe rocciosa, sull’estrema punta della Sicilia di fronte al Mediterraneo. L’Hotel Moderno è una vera istituzione, dove personaggi d’alto ingegno – sì, perché Erice è una cittadella della scienza – si ritrovano ai tavoli del suo Ristorante del Buon Ricordo. A distrarli è un cuscus di proverbiale bontà, ma sono molti i piatti inimitabili che riuniscono i sapori dell’agro ericino sotto il segno dell’olio e dei vini isolani: busiati al pesto ericino, risotto di mare, pesce fresco, ortaggi di propria produzione, formaggi tipici locali, cannoli e cassata siciliana. Ampia scelta di vini e digestivi.

    continua
  • Ristorante Filippino

    Nella piazza principale di Lipari, ai piedi del Castello, questo ristorante è aperto da 100 anni ed è oggi gestito dai figli del fondatore, Antonio in sala e Lucio in cucina. Nasce come ritrovo di pescatori, ma col tempo diventa meta dei personaggi più disparati di passaggio sull’isola: pittori impressionisti, confinati politici e gerarchi; poi scrittori, registi e divi del grande schermo... tutti conquistati da delizie come la salsa di scorfano alla liparota e da una cucina che di giorno in giorno s’adegua al pescato e produce in casa dal pane al gelato. Ulteriore merito, l’ultratrentennale militanza di Filippino nel Buon Ricordo, con una rassegna di ceramiche che fanno gola ai collezionisti.

    continua
  • Un’isola crocevia di sapori

    continua
  • Dalla pasta alla Norma al cuscus di pesce

    continua
  • Vini regionali

    continua
  • Prodotti tipici

    continua
Appuntamenti in Sicilia >
Cena al lume di candela e pacchetto soggiorno per San Valentino al Ristorante Ho...
Una romantica fuga d’amore per San Valentino? Dove? A Erice, uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia, ricca di arte, storia. L’ Hotel...
Leggi